Estate difficile per tedeschi, inglesi e francesi: il Prosecco scarseggia

Un’estate a rischio per i tedeschi inglesi e francesi: i consumatori temono di rimanere all’asciutto, senza Prosecco. Di prodotto sugli scaffali ce ne sarebbe sempre meno. I produttori veneti si giustificano con la pessima estate e la vendemmia scarsa dell’anno scorso. Ma i tedeschi sono invece convinti che vogliano soltanto far lievitare i prezzi.

«Der Prosecco wird knapp», il Prosecco scarseggia, si allarma in prima pagina il giornale tedesco Süddeutsche Zeitung. Si preoccupano perfino i francesi di Les Echos con il titolo:«Le Prosecco menacé de pénurie en 2015».

Per la prima volta nella storia, l’anno scorso, le vendite delle bollicine venete hanno superato quelle dello champagne: 400 milioni di bottiglie contro 307. Naturalmente lo champagne ha un valore maggiore: 4,3 miliardi di euro contro i 2 del prosecco.

Entrambi i vini hanno poco in comune, tranne le bolle. Eppure le bollicine italiane continuano a guadagnare quote di mercato e a erodere qualcosa anche agli champagne meno costosi. E’ un prodotto semplice, fresco, che piace anche alle donne e che ha un prezzo abbordabile.

Categoria:

Annunci